• Home
  • Convegni
  • L'uovo di Filippo. La cupola di Brunelleschi fra storia, fortuna e conservazione

L'uovo di Filippo. La cupola di Brunelleschi fra storia, fortuna e conservazione

Nel 1420 inizia la costruzione della cupola di Santa Maria del Fiore. Dopo le note controversie e il concorso che portò all’aggiudicazione del cantiere a Filippo Brunelleschi, il 7 agosto di quell’anno, fu posta la prima pietra. Fu l’impresa architettonica del XV secolo che Leon Battista Alberti definì Structura si grande, erta sopra e’ cieli ampia da coprire chon sua ombra tutti e popoli toscani. (L. B. Alberti, De Pictura)

Il convegno rivolto, non solo agli studiosi, ma anche a tutti i fiorentini e a tutti i curiosi che vorranno partecipare, affronterà i temi nati dalla presenza della cupola nello skyline della città di Firenze. Da sei secoli l’immagine della cupola ha colpito la fantasia dei tanti stranieri che visitano e hanno visitato Firenze e per questo, il convegno, oltre che affrontare le tematiche tecnico scientifiche, relative alle vicende costruttive e alle storie dei protagonisti che le hanno vissute, oltre a ripercorrere le difficoltà generate da un cantiere così importante tanto da richiedere macchine ideate e progettate dallo stesso  Brunelleschi, tratterà anche di aspetti di non secondaria importanza ma di assoluto fascino e attualità come la manutenzione e il restauro, oggi condotti attraverso le più moderne tecniche e tecnologie disponibili.

Le tematiche affrontate si articoleranno quindi in un ideale percorso tra le arti: dall’influenza della più grande e complessa architettura rinascimentale nella “scrittura” della storia dell’arte fino ai più complessi dibattiti culturali che hanno influenzato la moda, la letteratura, la fotografia, fino alla pubblicità, forse la più moderna delle espressioni artistiche.

Vincenzo Vaccaro, consigliere dell’Opera di Santa Maria del Fiore.

Informazioni

19 - 20 novembre 2020

Antica Canonica di San Giovanni, P.zza San Giovanni 7

È possibile prenotarsi a partire da 30 giorni prima dell'evento.